La mia prima intervista!

Ok, non lo dirò con l’entusiasmo di una ragazzina al primo voto alto del liceo e nemmeno con quello di un emergente al primo piazzamento nel concorsetto più sconosciuto del mondo. Però sì, un poco ne vado fiera perché significa che a qualcuno interessa ciò che hai da dire e la stima, in questo mio dannatissimo mestiere, è un ingrediente fondamentale.

Quindi, bando alle ciance. Trovate la mia prima intervista nel blog Pennablu di Daniele Imperi. Dieci domande in cui si chariscono molti aspetti del mestiere di editor ma non solo, si fa anche luce sulle dinamiche di alcune scelte editoriali e tante tante altre cose!

Un bacio a tutti e ricordatevi di andare in palestra!!!!

Annunci

5 risposte a “La mia prima intervista!

  1. Intervista “grandiosa”! domande e risposte da conservare come un gioiello prezioso. Laura, brava, bella e appassionata. d’ora in poi, ma già lo sa, sarà la mia editor di fiducia (*__*)

  2. hahahaha torno ora dalla piscina… meno male va, arrivo qui e già schivo un cazziatone, un buon inizio 😀
    L’intervista mi è piaciuta molto, notevole, ricca, interessante 🙂
    Come ho già detto lì, il mondo dell’editoria è molto di più che scrittori e editori, ci sono tante figure professionali che rispetto al grande pubblico rimangono in ombra, ma sono molto importanti.
    Penso appunto che il tuo sia un lavoro importante, puoi fare davvero la differenza, puoi cambiare molto gli scritti che editi ma anche le persone che hanno l’occasione di imparare dalle tue correzioni.
    Complimenti… a presto 🙂

  3. ho letto l’intervista con grande interesse e, inutile dirlo, mi e’ piaciuta molto. Ho provato, non te lo nascondo, un pizzico di positiva invidia per il tuo lavoro, per quello che fai con tanto entusiasmo. Ahime’, purtroppo la vita, e la necessita’, mi ha portato a fare un mestiere che detesto, che ha assassinato quella voglia di alzarsi alla mattina e andare a “faticare”.

  4. Innanzittutto, Mirko, grazie dei complimenti.
    In verità parlando di scelte, credo che, a mente lucida, l’editoria non sia affatto il percorso più saggio da intraprendere. Ma per me è stato una necessità, a un certo punto ho capito che non potevo farne a meno e che ormai c’ero dentro fino al collo. Non so se questo basterà a farne un mestiere di cui vivere. Ma so di certo che voglio provarci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...