The winner is…

Visto che avete seguito trepidanti l’evolversi di questa palestra, mi sembra giusto che almeno i 10 finalisti abbiano un minimo di commento sui loro pezzi e allora ecco qui di seguito qualche riga per ognuno di loro.

Volevo sottolineare che l’intento specifico era “il brivido”, io volevo leggervi ed emozionarmi. Alcuni di voi ci sono riusciti davvero! Un altro elemento che è stato determinante per la valutazione è stato la capacità di alcuni di isolare un momento, “quel” momento. Non mi interessava che raccontaste una storia quanto che riusciste a farmi sentire parte di quel bacio. Ecco questo è stato il mio criterio di scelta principale.

E adesso eccovi i miei pensieri:

 

Morgan Shadow

La descrizione segue un plot standard: la descrizione di una bacio di addio, o forse di arrivederci. Ma la freschezza delle immagini ricca di coinvolgimento riesce a suscitare il brivido che chiedevo, rendendo la composizione un attimo superiore rispetto alle altre che pure trattavano l’argomento da un punto di vista tradizionale.

Emanuele

Interessante il punto di vista. Rimanere legati a una persona che si sa bene non è quella giusta per noi, allontanarla nello spazio ma sentirla comunque sempre vicina nonostante tutto. E poi l’estrema semplicità di un gesto, un bacio sulla guancia, distante dalla passione di un amore troppo forte eppure così emblematico da diventarne il ricordo principale.

Marica Perussini

L’amore estremo, estremo fino al sacrificio e a volte fino alla morte ha sempre un suo fascino. Quando poi è reso con le parole e le immagini giuste, il detto appena, l’accennato e il sussurrato, diventa un palpito sul cuore. L’attesa dell’inevitabile fine tanto tragica quando rivelatrice della più profonda natura dell’amore è un percorso che porta il lettore a soffrire con l’autore creando, nonostante il poco spazio, una forte empatia.

Liliana

La gioia di una madre di fronte alla nascita del proprio figlio è sempre qualcosa di straordinario. Il fenomeno stesso della vita lo è.  E quindi ben vengano anche le sbavature. Questo testo non è perfetto ma proprio per questo motivo riesce a rendere appieno quell’emozione. In fondo chi nella massima esplosione della gioia più grande avrebbe la lucidità per trovare la perfezione formale delle parole?

Eleonora

L’inizio secco, il linguaggio immediato, asciutto, efficace. Questo racconto mi ha colpito subito quando l’ho letto. La decisione semplice e secca di un bacio. Un bacio sbagliato, un errore. Eppure proprio per questo assolutamente irrinunciabile e coinvolgente. Un brivido. Sì, assolutamente.

Mars

Questo componimento è quello che in assoluto più di tutti mostra una dimestichezza con la lingua e la scrittura. Di certo nasce dalla penna di una persona esperta. Eppure forse nell’eccessiva ricercatezza di uno stupore stilistico risulta un po’ falsato. L’emozione del bacio, del tradimento, la consapevolezza di scoprirsi diversi da quello che si credeva di essere, capaci di cose che non si immaginavano possibili si perdono in alcuni punti proprio a causa di una fioritura di immagini che si accavallano. Resta comunque un’ottima prova.

Elisa K.

Questo componimento a metà tra prosa e poesia, mi ha colpito per il ritmo. Nonostante non rientrasse nel limite di caratteri consentito dal breve regolamento della palestra, ho voluto premiarlo per questa costruzione ben architettata. La velocità di immagini e  parole rende frenetica la lettura e il lettore si ritrova risucchiato nell’avvolgente passione descritta dall’autore

Arditoeufemismo

Anche questo scritto, come il precedente, non raggiunge il numero minimo di battute per essere in concorso eppure rientra tra le mie preferenze. Il motivo è presto detto. Racchiude tutto in un’immagine. Un particolare che non c’entra nulla col bacio ma racchiude in sé il senso più profondo dello smarrimento che dovrebbe accompagnare il più semplice gesto d’amore. Quando il tempo si ferma e gli istanti si accavallano.

Ally

Ho trovato molto graziosa la trovata di questo raccontino basata sul gioco di parole rispetto alla condizione dei protagonisti. E anche il modo in cui viene descritto il travaglio tra il mantenere la propria identità e l’abbandonarsi a qualcosa che ne esula completamente, fino a trovare un compromesso ideale tra le due forze. Forse leverei l’enfasi del maiuscolo per evidenziare l’EMO in modo da lasciare al lettore il gusto di scoprire il gioco.

Errico Malatesta

Il bacio della morte. Scritto e descritto con una ricchezza linguistica davvero notevole. Buone le immagini, forti quanto basta, incentrate su accostamenti originali e mai scontati o ripetitivi. Sembra davvero di vivere in un attimo tutta la vita della protagonista fino all’inesorabile fine.

——————————

E adesso??? Che faccio? Vi tengo ancora un po’ sulle spine? Ehm… ci penso su, ci ragiono un po’…

Il nuovo autore coi muscoli è:

Eleonora!!!

Il secondo posto va a Mars e il terzo a Ally!

Complimenti!

Dichiaro con questo conclusa la palestra n.2 e vi invito a stare in ascolto perché a breve lancerò la n. 3!

Annunci

12 risposte a “The winner is…

  1. grazie mille! Sono soddisfatta di me stessa anche se non sono arrivata tra i primi. Sono contenta di essere riuscita a trasmettere il brivido che veniva chiesto ^_^
    La prossima volta farò ancora meglio!

    • Brava Morgan! Questo è proprio lo spirito giusto per partecipare alle palestre! In fondo siamo un gruppo di amici che giocano insieme e il bello è proprio gioire dei piccoli trionfi anche se non per forza ciò vuol dire vittoria 😉

  2. Io… awhn. Sono così contenta/imbarazzata che non so davvero che dire, oltre a “grazie”.
    Sono davvero felice. ♥

  3. beh Eleonora complimenti ancora e cerca di ritrovare in fretta le parole perché gli autori coi muscoli ci piace conoscerli un po’ di più!!! A breve ti manderò le domande dell’intervista 😉
    brava!

  4. Congratulazioni “convinte” a Eleonora… per i muscoli 😉

    un brano che mi ha coivolto subito e – dopo un paio di letture postume – anche in altri momenti con relativamente differenti

    naturalmente anche a Mars e ad Ally vanno le mie personali congratulazioni per il podio condiviso

    ark emilio

  5. >>> correggo in MAIUSCOLO (perdonatemi!)
    quanto avevo effettivamente scritto qui ieri notte

    […]
    un brano che mi ha coivolto subito e – dopo un paio di letture postume – anche in altri momenti con STATI D’ANIMO relativamente differenti
    […]

    ci@o,
    ark emilio

  6. Eleonora complimenti 🙂
    Sono contenta del mio secondo posto comunque 🙂 e grazie a Laura per la possibilità che ci dà di allenarci a costo zero nella sua accogliente palestra (e se magari mi aiutasse davvero a smaltire qualche chilo di troppo sarei ancora più soddisfatta XD)
    Grazie a tutti…..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...