Nuova intervista

Capita ogni tanto che qualcuno pensi che io possa avere qualcosa da interessante da dire. La mia professione e il modo in cui l’affronto a volte destano curiosità. Io mi sento sempre un po’ in imbarazzo quando capita. Non sono un animale da ribalta ma piuttosto un lupo solitario, ogni tanto ringhio, ululo ma essere al centro dell’attenzione non è proprio nelle mie corde. Eppure con piacere rispondo alle domande di qualche amico e questa volta è toccato ad Antonio Ferrara che nel suo blog “Uno sguardo oltre la siepe” mi dedica uno spazio bello, ricco e per nulla angusto! Tante domande e assoluta libertà nelle risposte, cosa avrei potuto chiedere di meglio?

Non mi dilungo oltre vi lascio alla prima domanda… le altre le potrete leggere direttamente dal blog di Antonio!

Oggi come ospite per “Uno sguardo oltre la siepe” ho il piacere di avere Laura Platamone. Un editor professionista. La sua matita rossa è una minaccia contro la cattiva scrittura e la piaga dell’editoria a pagamento. Siete avvisati.

1-  Chi è Laura Platamone per Laura Platamone?
È la persona che vorrebbe essere. O Almeno lo è oggi, del tutto convinta che ogni passo fatto, anche le cadute e gli inciampi, l’abbiano portata dove si trova adesso. In un posto, fisico o ideale, dove sta bene. Abbandonando la filosofia spicciola posso dire di essere una persona che è riuscita a completare un percorso, quello della sua formazione, e ora aspetta solo l’occasione giusta per dimostrarlo a quante più persone possibile. Mi ritengo fortunata per quello che ho e so che il resto arriverà. Non ho mai avuto fretta di riuscire o di ottenere dei risultati ma sono un’inguaribile ottimista e non mi lascio mai prendere dallo sconforto. Il tempo porta le soluzioni. Sempre. Quindi perché avere fretta?!

Clicca sul banner per leggere il resto dell’intervista!

Annunci

3 risposte a “Nuova intervista

  1. “La fretta è cattiva consigliera” “La gatta frettolosa… ” e potrei continuare. Ma conosco così bene la Laura che scrive che non ho bisogno di aggiungere altro. La mia stima è incondizionata.
    Salvo

    • Grazie mille Domenico,
      Sono lieta che ti sia piaciuta l’intervista e ancora di più se può essere utile per capire come nasce una delle professioni più “oscure” dell’editoria. Benvenuto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...