Marilù Oliva intervista Daniele Picciuti

Carissimi,

Oggi faccio un post rapido rapido solo per segnalarvi l’uscita di un’intervista a cui tengo molto. E non solo perché l’intervistato è, come molti di voi sanno già, il mio compagno di vita (eh sì, ho un cuore anche io), ma anche perché Marilù Oliva è una della scrittrici italiane che apprezzo e stimo maggiormente, come autrice e come persona. Più volte si è prestata a collaborare coi miei progetti su Nero Cafè e Knife e, giusto in questi giorni, ci siamo accordate per un nuovo pezzo sul prossimo numero.

Di Daniele potrei dire un sacco di cose (e di alcune non sarebbe affatto contento!) ma non siamo qui per perderci in melense dichiarazioni d’amore quanto per dare voce a un autore che, pur nelle mille difficoltà insite nella strada della scrittura, è riuscito a trovare un suo stile personale e pubblicare una raccolta di racconti che, dall’uscita a oggi, continua a ricevere consensi. Nella sua intervista ci parla del suo rapporto con la scrittura, delle difficoltà e delle gioie proprie di questa sua passione e, nota del redattore cioè di me medesima, mette in luce tutte quelle piccole psicopatie che permettono di affermare: eh sì, questo è proprio uno scrittore dalla punta dei capelli alle unghie dei piedi!

Non mi dilungo oltre anche perché ho già detto cose per le quali stasera rischio il linciaggio 😀

Trovate qui la prima domanda dell’intervista mentre potrete leggere il resto sul blog della dolcissima Marilù!

Iniziamo!

NOME: Daniele Picciuti (Anche conosciuto come Aguzzino Infernale -personalità multipla, tratto psicopatico n.1)
ATTIVITA’:  Factotum a tempo pieno
SEGNI PARTICOLARI:   Egocentrico a tal punto da pensare che non sono pessimista, ma i pessimisti sono più ottimisti di me (egocentrismo e pessimismo cronico, tratti psicopatici n. 2 e 3).
LO TROVATE SU: HTTP://DANIELEPICCIUTI.WORDPRESS.COM e HTTP://NEROCAFE.NET oltre facebook e qualche altro social che ancora non ho capito come funziona (ma intanto ci sto –  presenzialismo, tratto psicopatico n. 4)

Le tue origini
Trentotto anni fa nasceva a Roma un bambino come tanti. Come tanti, crescendo, si rendeva conto di quanto fosse difficile la vita. I primi problemi. Le prime responsabilità.

I primi esami, a scuola e nel quotidiano. Forse è per questo che la fantasia, la creatività, le sento innate in me. Mi sono cresciute dentro per accompagnarmi in questo difficile cammino che è l’esistenza, mi hanno spronato, protetto. La mia origine è, forse, tra le nuvole e il sogno (decontestualizzazione – tratto psicopatico n. 5).

Io mi fermo qui, vi lascio il link dell’intervista e sono certa che con un po’ di analisi riuscirete anche voi a distinguere gli ulteriori tratti psicopatici!

Intervista: http://libroguerriero.wordpress.com/2012/02/29/daniele-picciuti

Se poi qualcuno di voi fosse curioso di leggere il libro è possibile ordinarlo qui: http://www.baedizioni.it/catalogo/i-racconti-del-sangue-e-dellacqua

Annunci

2 risposte a “Marilù Oliva intervista Daniele Picciuti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...