L’Europa e l’iva sugli ebook #unlibroèunlibro

safe_image

Pensavamo che la questione fosse risolta da qualche mese. L’Iva sugli ebook al 4% era ormai una realtà, un passo importante per l’evoluzione delle abitudini di lettura del già piuttosto pigro lettore medio italiano e un vantaggio non da poco per quegli editori che, stretti nella morsa di un mercato editoriale con costi spesso insostenibili, poteva ripiegare sul digitale per ammortizzare qualche spesa.

E invece cosa fa l’Europa?

Respinge l’emendamento sull’abbassamento dell’IVA dicendo che l’ebook non è un libro e quindi niente agevolazione.

Ora la prima domanda che verrebbe da fare alla signora Europa è: quando ha intenzione di uscire dal Medioevo dal quale tira fuori questo genere di affermazioni? Sempre la tal signora, che tanto spende e spande in parole e in risorse (più o meno mal gestite) in nome di quella bella parola di cui fa tanto trendy riempirsi la bocca (cultura), dovrebbe dirci cosa è più cultura di un libro, in qualunque forma si presenti. Anzi come si fa a vincolare il concetto libro a un supporto cartaceo fatto di pagine di carta in sequenza?

Non c’è forse cultura nei rotoli di papiro, nelle tavolette di legno e argilla, nelle pergamene antiche che ci hanno tramandato gran parte della cultura di cui oggi disponiamo? E quando tra millemila anni non ci sarà bisogno di supporto perché tutti avremo sottopelle un piccolo modem che si connette direttamente alla rete, non saranno forse cultura gli impulsi elettrici che ci trasmetteranno nuove conoscenze?

Ecco, signora Europa per favore rispondimi, perché io questa cosa non la capisco. E siccome sono una testa curiosa, quando una cosa non la capisco devo darmene, o fare in modo che qualcuno me ne dia, una spiegazione.

Grazie, e se mi alzi davvero l’Iva sappi che mi incazzerò. E non sarà Laura contro l’Europa perché lo sgarro, bella la mia signora, non lo stai facendo a me. Ma a tutti i tuoi cittadini. Quelli che già all’iva al 3-4-5% ci avevano fatto l’abitudine (in Francia e in Lussemburgo l’iva ribassata è una realtà già dal 2009) e anche agli altri che avrebbero potuto oggi o domani (o forse mai) capire che l’ebook non è il male ma è uno strumento prezioso per divulgare sapere.

Annunci

2 risposte a “L’Europa e l’iva sugli ebook #unlibroèunlibro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...