Il manuale

manuale

Editoria. Istruzioni per l’uso è il risultato di quasi cinque anni vissuti sul campo dell’editoria italiana. Per ragioni di sintesi lo definisco “manuale” ma in verità non ha nulla della pesantezza e della rigidità dei testi di studio. Eppure contiene tante informazioni utili a chi, per passione o professione, si avvicina all’ambiente dei libri. Il tono però è quello informale della conversazione tra amici, quello che i frequentatori di questo blog conoscono e apprezzano già da tempo.

Non ho alcuna intenzione di dilungarmi in una spietata self promotion. Molti di voi mi conoscono e  sanno di cosa e come scrivo. Lascerò quindi che a parlare sia il manuale stesso.

Dal link qui di seguito potete scaricare un’anteprima di 22 pagine che contiene indice, prefazione e due paragrafi introduttivi. Credo sia sufficiente per darvi un’idea di cosa troverete all’interno del manuale.

Anteprima

Il manuale, edito dalla casa editrice Nero Press, è rilegato in brossura e composto da 166 pagine formato 15×21. Il prezzo di copertina è di 13 euro, ma per gli amici che lo acquisteranno passando da questo blog è attiva un’offerta per cui potranno averlo sempre a soli 10 euro!
Vi basta acquistarlo con Paypal o carta di credito cliccando sul link qui sotto.

Un piccolo regalo per chi mi segue con passione e attenzione da tanti mesi o per tutti i nuovi arrivati!
Buona lettura!

Rassegna stampa

Gli amanti dei libri – 18/05/2013

Reader’s Bench – 25/05/2013

Scrittevolmente – 26/05/2013

Il venditore di pensieri usati – 7/06/2013

Fieramente il libro – 12/06/2013

 

La parola ai lettori

Che dire, mi sono divorato il tuo libro durante il viaggio e non puoi capire quante volte io abbia annuito e mormorato “sì, cazzo, è proprio così” a bassa voce. Non sai quante volte mi hai fatto sorridere. Avrei dovuto segnarmi un sacco di frasi che mi sono piaciute, un sacco di concetti, ma invece ho tirato sempre dritto e ora non ho la testa troppo lucida per ricordarle così su due piedi. Posso dirti che mi sono sentito tirato in ballo un sacco di volte, così come un sacco di volte mi sono sentito distante anni luce dal modo di pensare di questi cosiddetti “scrittorini”. Mi trovo in perfetta sintonia con tutto quello che hai scritto e sono felice, ma davvero felice di averti conosciuto di persona e di stringere il tuo libro tra le mani. Sarebbe bello se tutti quelli che hanno a che fare con le parole lo leggessero.

(Simone T.)

Presentazione davvero impagabile e il libro lo è ancora di più! Chi non lo compra si perde un mondo ragazzi XD

(Marta P.)

26 risposte a “Il manuale

  1. Io una cosa non capisco, ma se questo libro meritava tanto, poteva essere proposto ad una casa editrice “piu grande” e avere una visibilità maggiore… in questo paolo ha ragione, almeno in parte. Il senso del libro, da quello che ho intuito pur non avendolo letto, è che se uno è meritevole, deve trovarsi un editore serio… altre vie non sono “accettate”. non dico che voi non siate seri, ma sicuramente, essendo giovani, siete forse ancora “deboli”. Ecco l’incongruenza forse a cui si riferisce Paolo. Probabilmente neanche l’autoproduzione ha un senso, se rapportiamo il tutto a questo discorso… non è una polemica ma vorrei capire il vostro punto di vista. L’autrice in pratica essenso “a capo” di questo marchio si sta autostampando il suo libro. Allora la domanda è: perchè non cercare altre vie editoriali? Fermo restando che diamo per scontato che il libro sia meritevole di avere una pubblicazione.

  2. Chiunque tu sia, la buona educazione vorrebbe che arrivato in un posto che non è casa tua (specie se lo fai per porre in essere accuse ingiustificate) avresti almeno dovuto presentarti. In ogni caso essendo io personcina educata non risponderò alla provocazione infondata. Se ti riferisci al manuale, da me scritto e pubblicato da una casa editrice che gestisco, posso dirti a cuore molto leggero che altri 3 editori di cui posso fare nome e cognome me lo avevano chiesto. Quindi io non ho aperto una casa editrice per pubblicare le mie cose come fanno tanti ma ho scelto di far uscire con un marchio di cui mi fido un libro a cui tenevo molto.
    In ogni caso nel mio blog, come nel resto del mondo, vale la regola della libertà di pensiero quindi liberissimo di valutare in maniera assolutamente approssimativa un testo del quale immagino non conosca storia e contenuti.

  3. Scusami mi chiamo Paolo, se il problema è legato alla presentazione ti chiedo scusa, resta il fatto che tu ti sei stampata un libro da sola, e poi fai la moralista sull’editoria. Addirittura tre case editrici? Complimenti 🙂

  4. Pur puzzando le vostre mail di fake ed essendo arrivate di seguito l’una all’altra com’era già successo una volta (e i due compari smascherati) spiegherò ragioni che forse non sono abbastanza evidenti.
    A proporre il manuale ai grandi marchi non ci ho nemmeno provato. Non mi interessa la fama e io da tempo sostengo le piccole realtà che fanno editoria di qualità. Ritengo che la mia sia tra queste e non perché ogni scarrafone è bello a mamma soja ma perché pubblico e lettori dicono così. Come dicevo nel messaggio precedente ci sono stati altri editori piccoli ma di qualità che mi hanno chiesto il testo ma a quel punto ho dovuto fare un ragionamento che è in parte affettivo e in parte commerciale. Questo è un libro che – vi piaccia o no – ha un suo pubblico, un suo richiamo e un suo bacino di richieste. Perché pubblicare con qualcun altro quando posso far “del bene” alla mia casa editrice. D’altra parte, al contrario di quanto lascia intuire il signor Paolo, essendo nata ormai da un anno la Nero Press avrebbe avuto parecchie occasioni di pubblicare testi di soci e collaboratori, molti dei quali validi scrittori, ma così non è stato. Abbiamo fatto altre scelte e puntato su nomi che non sono proprio appartenenti agli ultimi arrivati. Al contrario della media dei piccoli editori abbiamo anche pubblicato testi in traduzione ancora inediti in Italia. Pregherei quindi chi si applica in accuse insensate ad avere almeno il buon senso di informarsi riguardo a ciò di cui sta parlando.
    Spero che le mie spiegazioni siano sufficienti a chiarire i dubbi espressi. Se invece tali dubbi erano pretestuosi e volevano alimentare una polemica inutile allora sappiate che non c’è trippa per gatti, specie quando si ha la coscienza apposto.

  5. Si, ma rimane questa una autopubblicazione e, dal mio punto di vista, va in contrasto con la “morale” di questo libro. Le mie non sono idee, ma fatti…

  6. Questa è una tua opinione. La mia è che un editore (che tra l’altro non gestisco da sola ma con altre 3 persone) ha scelto di pubblicare un libro per cui ho ricevuto un regolare contratto. Tutto il resto è fuffa.

  7. “un editore (che tra l’altro non gestisco da sola ma con altre 3 persone) ha scelto di pubblicare”

    non credo ci sia bisogno di aggiungere altro. 🙂

  8. Non è un’autopubblicazione. L’autopubblicazione è fatta da chi non sa dove sbattere la testa perché è una capra a scrivere (giusto per abbreviare un discorso ben più lungo). Nero Press ha pubblicato questo libro, scritto dal proprio direttore editoriale per il semplice fatto che A) vuole rappresentare un vessillo della casa editrice contro le schifezze dell’editoria (e di certo chi meglio di Laura avrebbe potuto scriverlo?) e B) perché far guadagnare un altro editore sulle vendite di un libro in cui noi di Nero Press crediamo fermamente?
    Quando si parlava di presentazioni, mi sa che il senso era NOME E COGNOME.

  9. Paolo Cortini non ho problemi ha segnalarlo, ho lasciato anche l’email… come vi scaldate… le mie sono solo considerazioni. un curatore du un marchio editoriale che si pubblica un libro, SULLA GUIDA ALL’EDITORIA, non è un autopubblicazione?????? mio dio ragazzi, se non rispondete almeno fate più blla figura 🙂

  10. Beh Franco Forte è direttore editoriale delle collane da edicola Mondadori e pubblica… ops… con Mondadori?! Beh… si faccia un esame di coscienza e anche un editing…
    E per inciso sul mio blog di certo non sono fuori luogo le mie risposte ma i commenti di qualcuno che è venuto qui solo per mostrare idee infondate che offendono l’operato di chi lavora con serietà.

  11. E certo, perchè adesso il marchio Mondadori è paragonabile con il vostro, e questa pseudoscrittrice invece è da paragonare con il Forte… vabbè dai, sono i deliri del post riposino pomeridiano su.. comunque avete un po’ la coda di paglia… e se vi accanite così, evidentemente avete i vostri scheletri nell’armadio. io sono profondamente daccordo con le battaglie contro l’editoria a pagamento, ma voi, scusate, non credo che con queste autopubblicazioni possiate far testo. del tipo: ve la cantate e ve la suonate, predicate di non fare quello che voi fate per primi.

  12. L’accanimento è unicamente contro i furbi che cercano di infangare il lavoro altrui. Mi ricorda tanto l’atteggiamento di due tizi di mia conoscenza, guarda caso entrambi editori a pagamento. Ah, uno usava dei simpatici nomi falsi, anche mail false. Chissà…

  13. Ah, quindi se lo fa un direttore editoriale con una casa editrice ha un peso diverso che se lo fa un altro direttore editoriale con un’altra casa editrice. Sì, sì, bene, bene. Tipico malcostume italiota del “due pesi e due misure”. Ora che ha esternato quest’ampia serie idiozie può anche andare a inquinare altrove. Questo non è un bazar ma un blog professionale e se non le piace quello che ci sta dentro la rete è piena di posti dove potrà trovare spazi più idonei alla sua sensibilità.

  14. che bello sono un editore e non sapevo di esserlo… cmq mi dispiace deluderti ma purtroppo non ci siamo mai conosciuti… ma mi piacerebbe discuterne dal vivo con voi, e non lo dico in tono ne polemico ne provocatorio. pero’ mi piacerebbe argomentare alcuni punti di vista con voi dal vivo per far capire meglio il mio pensiero, che forse di fronte ad un pc non riesco ad esprimere…

  15. Ciao a tutti!
    Vorrei dare la mia opinione, non sul manuale ma sulla discussione che ne è scaturita. Non capisco il punto di vista di Paolo e non solo perché conosco Laura e il suo lavoro, ma soprattutto perché se avessi una mia casa editrice e avessi tra le mani un testo valido, con un suo pubblico già prima della pubblicazione, un libro capace di promuovere il mio marchio oltre a portarmi un guadagno come autrice, non avrei dubbi sul fatto che la soluzione migliore sia pubblicarlo!
    Dovrei forse favorire un’altra casa editrice?
    Ho un libro valido tra le mani e lo faccio pubblicare a qualcun altro secondo quale logica e soprattutto per quale motivo?
    Chi vuole paragonare questa scelta a un’autopubblicazione, mi sembra si stia arrampicando sugli specchi per il solo gusto di criticare…

  16. Un libro coraggioso che va contro le case editrici – PALESAMENTE o con i sotterfugi spiegati nel libro – a pagamento, da chi poteva essere pubblicato? Solo da una casa editrice coraggiosa, piccola e onesta.
    Coraggiosa, perché si farà dei nemici; piccola, perché le grandi preferiscono pubblicare sfumature o cose americane di spesso dubbio valore; onesta, perché chi intende offrire vera cultura lo dovrebbe essere. Nero Press è così, grazie anche all’impegno di Laura, perciò non mi sorprende che il manuale, frutto tra l’altro proprio del corso di editing organizzato con la Nero Press e nero cafè, sia stato pubblicato con la casa editrice Nero Press.

    E ricordo che la malizia è negli occhi di chi guarda…

  17. “Non ti curar di lor, ma guarda e passa”, lo diceva Dante.
    Brava Laura. E grazie per l’ottimo lavoro di editing che hai fatto al mio libro che sta andando anche molto bene…. Spero in ogni caso che a te sia piaciuto. A breve acquisterò il tuo “Manuale”

  18. Pingback: Intervista a Laura Platamone | il Venditore di pensieri usati·

  19. Pingback: Editoria – istruzioni per l’uso (****) | il Venditore di pensieri usati·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...